CATEGORIE #vedogente


IMG_4663
Nel cielo sopra Visarno Arena adesso restano solo terra e l’eco infinito di decibel cattivi. I System Of A Down hanno lasciato l’immenso palco del Firenze Rocks da pochi minuti. Attorno a me il brusio lieve di cinquantamila fan che abbandonano un ippodromo che per ore non è stato un ippodromo ma un meraviglioso tempio del rock. In pochi giorni sono passati di quì nomi leggendari della musica. Hanno vibrato con loro le corde vocali di duecentomila persone. Giunte da ogni dove per Radiohead, Placebo, Aerosmith, Eddie Vedder, Prophets of Rage. E poi ancora Samuel, Glen Hansard, Don Broco, Deaf […]

di quella volta a Firenze


img_2883
La fatica non è mai sprecata. Però mi devo trovare uno sport più adatto. Un qualcosa che se fuori la temperatura sta sotto lo zero puoi scegliere di restare invece da qualche parte al caldo. Oppure che non per forza la devi finire a trascinare gambe e testa in modo poco dignitoso. Che me la ricorderò sempre l’espressione in viso di quella signora al chilometro trentacinque. Che avrà avuto l’età di mia mamma. Dammi retta figlio mio, prendi un po’ di the caldo e due biscotti. Guarda che ti farà bene. L’avrei abbracciata ma non mi erano rimaste forze manco […]

non ero di passaggio


image
Riguardo le foto e mi rendo conto che ad Amatrice quella sera faceva freddo. Perché in quelle foto indossano quasi tutti una felpa o un piumino. Ci sono centinaia di ragazze e di ragazzi. In tanti arrivano da paesi vicini come Poggio Vitellino, Configno e Accumoli. Il quattro giugno di turisti ad Amatrice se ne vedono ancora pochi. Luca mi rassicura sull’orario di inizio dell’evento. Dice che dalle undici in poi nel suo locale e nella piazzetta di fronte “ci sarà il delirio”. E siccome sono ancora le otto di sera mi invita a provare l’amatriciana di suo zio. Ma […]

di quella sera nel paese che non c’è più.



image
Scena madre numero uno. È un anonimo sabato di mezza estate, il centro storico è quello di Alghero, più o meno sono le sette di sera. C’è una signora vestita come una ventenne ma lei invece è una quarantenne che però sembra una sessantenne che mi permetto di aggiungere si è pure tenuta male. Mi arriva addosso una scia di profumo dozzinale che non lo so se lo fanno ancora ma potrebbe essere malizia estasi o tipo quello lì insomma. Mastica una gomma che potrebbe essere una bigbabol ma visto l’impegno mascellare potrebbe avere in bocca un copertone da neve. Tiene […]

educhescional


image
gennaio | che alle Marlboro rosse poi invece non ho rinunciato febbraio | che sotto due metri di neve è bellissimo ma preferivo il film marzo | che ho deciso di correre da Maratona ad Atene perché è difficile aprile | che invece la cosa più difficile non è correre ma lasciar correre maggio | che mamma mia cosa ha fatto Logan giugno | che quando abbiamo vinto lo scudetto io invece ero al bar luglio | che un assolo di Angus Young dura più di quattro birre medie agosto | che sono andato correre con 39 gradi e sono […]

in ordine di apparizione | istantanee dal 2015


Quelli della mia generazione certe cose le capiscono in fretta. Perché sono stati addestrati fin da piccoli a distinguere i buoni dai cattivi. Per esempio una volta da bambino scrissi a Babbo Natale che volevo la playstation. Però poi Babbo Natale mi scrisse in privato rammaricandosi del fatto che la playstation non l’avessero ancora inventata. E perciò quell’anno sotto l’albero trovai uno scatolone con tanti soldatini blu e tanti indiani brutti e con la faccia minacciosa. Alcuni armati di fucile. Ma io ero troppo piccolo per domandarmi dove cazzo avessero trovato dei Winchester quei loschi figuri che io li immaginavo […]

di quella volta che volevo la Playstation



una vecchia bici di quelle da passeggio | una signora sulla sessantina che pedala di buona lena | io che corro inseguendo ruote e fanalini | un ragazzo pakistano pedala e fuma in sella ad una mountain bike rossa | la pista ciclabile di Rimini quasi buia | un Labrador nero gioca con un bambino | odore di mare | vedo la ruota, quella grande, quella in fondo, quella che stanotte è illuminata ma non gira [Rimini | una notte che stava per finire la primavera] la hall di un hotel fuorimano che pensavo fosse un posto tranquillo | invece giapponesi […]

slide show | centottantagiorni + centomilapassi